Catania: Cimitero dell’orrore, presentato un esposto alla Procura da Pietro Crisafulli e Salvatore Guerino riguardo lo stato di abbandono del cimitero monumentale

La prima pagina del'esposto

Catania: presentato un esposto alla Procura da Pietro Crisafulli e Salvatore Guerino riguardo lo stato di abbandono del Cimitero Monumentale

Questa mattina Pietro Crisafulli (presidente dell’associazione Sicilia Risvegli Onlus) e Salvatore Guarino (presidente dell’associazione Siciliana Contribuenti Antiusura) hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Catania con l’obiettivo di porre l’attenzione sui fatti inerenti la terribile vicenda accaduta al Cimitero Monumentale di Catania, in modo che gli organi competenti possano eseguire gli opportuni accertamenti e valutare la sussistenza di eventuali profili penalmente rilevanti in relazione ai fatti dedotti. Dopo la morte di Domenico Crisafulli (figlio di Pietro Crisafulli) avvenuta il 6 marzo 2017, e rimasto ucciso da un auto guidata da una donna che non si è fermata allo stop, ed ancora in attesa di giustizia, da quel giorno il padre Pietro si reca ogni giorno al cimitero e la situazione nel luogo del ricordo si presenta in pessime condizioni ormai da mesi. Le tombe sono disastrate. Nei muri di cinta all’interno del cimitero sono collocate centinaia di loculi totalmente distrutti con diverse lapidi staccate, con numerose sterpaglie e materiali sul viadotto che impedisce la viabilità, in particolare, l’accesso pedonale alle famiglie che vorrebbero andare a trovare i propri defunti. Spesso interrotte sia l’acqua che la luce. Tombe bruciate, servizi igienici non idonei, sporcizia quasi ovunque, erba, alberi e rami non tagliati. Esistono, addirittura, salme giacenti dal 2015 senza essere tumulate. «Sono scene da horror – hanno commentato Pietro Crisafulli e Salvatore Guerino – chiediamo alla Procura che si eseguono gli opportuni accertamenti riguardo i fatti, valutando gli eventuali profili d’illiceità penale degli stessi e, nel caso, individuare anche i possibili soggetti responsabili. È diventata una situazione insostenibile. Non c’è più rispetto neanche per chi dovrebbe riposare in pace – hanno concluso Crisafulli e Guerino – Una vera e propria vergogna».

1 Commento

  1. Denunziare è un diritto del cittadino/contribuente … La questione del cimitero di Catania è degradante a volte istigato al suicidio secondo l’art. 580 C.p. I parenti dei defunti sono esasperati a parte il degrado totale….

    Il presidente F.to Salvatore Guerino

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*