LA CALABRIA DICE NO ALLA CENSURA DEL FILM CHOC “LA VOCE NEGLI OCCHI” DI PIETRO CRISAFULLI

Locandina proiezione film La Voce Negli Occhi in Calabria promossa Ass.ne Gabriel

Ovunque è stato censurato, ma non questa volta, la Calabria dice no alla censura. La voce negli occhi il film choc del regista siciliano Pietro Crisafulli, verrà proiettato gratuitamente in prima visione assoluta a Rocca Imperiale in provincia di Cosenza, il prossimo 25 giugno alle 21.00 nella Piazza Chiesa Madre

La voce negli occhi racconta la straziante storia di Salvatore Crisafulli, fratello del regista Pietro, conosciuto come il “Terri Schiavo Italiano” e rimasto vittima di un terribile incidente stradale avvenuto a Catania l’11 settembre del 2003. Un uomo giudicato clinicamente in stato vegetativo, da diversi luminari della scienza medica, interpellati nella lunga odissea durata fino al 2013, data in cui avvenne la morte di Salvatore in attesa che un giudice italiano lo autorizzasse a curarsi con cellule staminali.
Un film denuncia contro la cattiva assistenza sanitaria, sul fine vita, ed in particolare lo scarso interesse del governo Italiano. Scene drammatiche che hanno lo scopo di toccare lo spettatore verso il dramma vissuto dai familiari di Salvatore, si alternano altre scene sull’infanzia dei due fratelli Crisafulli, legatissimi dal profondo affetto, vissuti in diversi collegi. Si ripercorre in questa drammatica pellicola la vita sin da bambini, fino al giorno dell’incidente e alla lunghissima tragedia della famiglia, girando tantissimi ospedali Italiani ed in Europa.
Scienziati interpellati sentenziavano lo stato di incoscienza di Salvatore, diagnosticando lo stato vegetativo permanente. La mamma Angela, non si era mai rassegnata, che il figlio nonostante fosse ritenuto dalla scienza medica un “vegetale” percepì mesi dopo che Salvatore fosse cosciente, proprio grazie ai movimenti degli occhi, che i medici scambiavano per movimenti e pianto involontario.
Nel ottobre 2005 l’inaspettato risveglio che sconvolse il mondo intero, raccontando che durante lo stato vegetativo permanente, sentiva e capiva tutto, è voleva vivere.
La sceneggiatura della pellicola è stata estratta in parte, dal libro autobiografico Con Gli Occhi Sbarrati scritto dallo stesso Crisafulli, aiutato dalla giornalista Tamara Ferrari.
La voce negli occhi, è stato già proiettato alla Camera dei Deputati, ed ha vinto in Italia il premio messaggio importante – Sezione lungometraggi oro invisibile – al 19° Festival Internazionale “Inventa un film” che si è svolto a Lenola, il Premio alla Vita, è Siciliani Si Nasce, e ha ottenuto una forte risonanza lo scorso anno a New York, «L’Italia non accetta l’eutanasia, ma uccide le persone» avevano commentato alcuni spettatori subito dopo la proiezione del film, avvenuta in America.
Ironia della sorte, in questa pellicola, aveva anche partecipato il figlio del regista, Domenico Crisafulli, meglio conosciuto come Mimmo, di 25 anni, papà di due bambini, morto in un incidente stradale a Catania il 6 marzo 2017, interpretando lo spirito dello zio Agatino, fratello di Salvatore e Pietro Crisafulli, morto nel 1992. 
 
La proiezione senza nessuna censura, avverrà il prossimo 25 giugno alle 21 nella centralissima Piazza Chiesa Madre a Rocca Imperiale (CS), nel periodo della novena, festa patronale del paese. 
L’evento è stato organizzato dall’associazione Gabriel, saranno presenti le istituzioni.
A fine proiezione ci sarà un dibattito moderato da Donato Mastrangelo giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno.
Saranno presenti il regista Pietro Crisafulli, presidente Associazione Sicilia Risvegli Onlus, responsabile Ass. italiana familiari vittime della strada, sede di Catania, l’attrice protagonista Maria Maugeri, Jonathan Crisafulli, protagonista nel ruolo del padre Pietro ragazzo anni 80.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*